Create_a_map_small
Mymaps_small



Blank

LA NOTTE DEI CRISTALLI

Category: campi di concentramento /sterminio

Used in the following map:

27 GENNAIO GIORNATA DELLA MEMORIA

Nella tra il 9 e il 10 novembre 1938, detta "Kristallnacht" (la notte dei cristalli), in tutta la Germania furono bruciate molte sinagoghe e distrutte le vetrine dei negozi appartenenti agli ebrei. L' azione, che indusse numerosi ebrei a lasciare il paese, fu decisa come rappresaglia a seguito dell uccisione di un diplomatico tedesco per mano di un ebreo a Parigi.
Obiettivo dichiarato del regime nazista prima della seconda guerra mondiale era spingere gli ebrei all'emigrazione. Quella notte furono incendiate tutte le sinagoghe e infrante le vetrine dei negozi di proprietà ebraica, mentre nei giorni successivi le SS arrestarono e deportarono migliaia di ebrei. Molti ebrei tedeschi e austriaci decisero di abbandonare il paese senza ulteriori indugi; centinaia di migliaia di persone trovarono rifugio all' esterno, ma altrettante si videro costrette o scelsero di rimanere.
Nel 1938 anche il Re d'Italia Vittorio Emanuele III ratificò leggi razziali antiebraiche, volute dal regime fascista di Mussolini sul modello di quelle tedesche. Ne conseguì un forte esodo di cittadini italiani di origine ebraica e di quanti avevano un coniuge ebreo, come il fisico Enrico Fermi.



Photos

969805_s 969807_s 969804_s 969803_s Blank