Create_a_map_small
Mymaps_small



CIUNCULA TRIP

Seguendo i percorsi della tradizionale marcia della Ciuncula gli alunni della Scuola Primaria di Premariacco, elaborano diversi itinerari dal punto di vista paesaggistico e naturalistico.
Studiano la fauna, la flora e gli animali che popolano il territorio.
Tracciano un percorso scandendone le tappe con un'antica filastrocca e dedicano poesie alle piante e ai luoghi che incontrano.
(view on the map)
CRESCONO I SALICI
CRESCONO I SALICI SULLE SPONDE
IL NATISONE SI FA ACCAREZZARE DALLE FRONDE.
CHIOME DI CAPELLI ARGENTATI,
SCIOLTI NELL'ACQUA DA ESSERI FATATI.



SEGRETI E MISTERIOSI
NASCONDIGLI PER FOLLETTI DISPETTOSI.

I RAMI PIANGENTI NELL' ACQUA RIFLESSI,
GIOCANO A NASCONDINO CON I PESCI.

UNA POESIA DELLA CLASSE 3A DELLA SCUOLA PRIMARIA DI PREMARIACCO
(view on the map)
7 Besteutis sul troi
LO SCOIATTOLO - IL SGHIRAT

Nome comune: scoiattolo
Nome scientifico: sciurus vulgaris
Habitat:bosco di conifere o di caducifoglie
Alimentazione: noci, ghiande, pinoli, frutta, funghi...
Curiosità: è un po' sbadato perché a volte non si ricorda dove sotterra le ghiande.
(view on the map)
1 LA BARETE
O soi lade vie par une stradute strete strete
o ai piardude la berete.
Bete le à cjatade e no vûl tornâme se no i doi il pan.
(view on the map)
2 LA BARETE
O voi lì di mame a fâmi dâ il pan,
mame no mi da pan se jo no i doi lat.
O voi lì de vacje a fâmi dâ il lat .
(view on the map)
3 LA BERETE
... vacje no mi da lat se jo no i dai il fen.
O voi li dal prât a fami da il fen,
prât no mi da fen se jo no i doi la falc
(view on the map)
5 LA BARETE
purcel no mi da l’argjel se jo no i doi il glant
o voi li dal rôl a fâmi dâ il glant,
rol no mi da glant se io no i doi la ronceute
(view on the map)
6 LA BERETE
o soi lade vie par une stradute,
o ai cjatade la ronceute
cu la ronceute ai cjolt il glant.
(view on the map)
7 LA BARETE
l glant lu ai dat al purcel,
il purcel mi à dat l’ argjel,
l’ argjel lu ai dat al fari,
il fari mi à dat la falç
(view on the map)
8 LA BARETE
cu la falç o ai taiat il fen
il fen lu ai dat a la vacje,
la vacje mi à dat il lat,
il lat lu ai dat a la mame
(view on the map)
9 LA BARETE
mame mi à dat il pan,
il pan lu ai dat a Bete
che mi à tornade la barete.
(view on the map)
IL SALICE BIANCO
Friulano: Vencjâr
Inglese: willow tree

Il salice bianco è un albero appartenente alla famiglia delle Saliacee che conta circa 350 specie.
Esso raggiunge al massimo un'altezza di 25 metri.
Vive sulle sponde dei fiumi, dei torrenti e dei laghi, su terreni limoso-argillosi, ricchi di sali nutritivi e di calcio che periodicamente, vengono sommersi dalle acque.
La chioma del salice bianco è formata da lunghi rami ascendenti. Il tronco è ricoperto da una corteccia grigiastra, a larghe costolature.
I rami più giovani sono molto flessibili, hanno colore bruno-giallastro.
Le foglie hanno picciolo breve, lamina lanceolata, assottigliata ad entrambe le estremità, il margine è leggermente seghettato.
I fiori sono riuniti in amenti.
I frutti giungono a maturazione in maggio-giugno, sono capsule contenenti numerosi semi che vengono dispersi dal vento perchè hanno un involucro peloso, che facilita il trasporto a notevole distanza.
Un tempo il salice bianco veniva regolarmente tagliato ogni 2-3 anni per ricavare dai suoi rami flessibili il vimini.
La corteccia contiene la silicilina, una sostanza usata in medicina.
(view on the map)
4Besteutis sul troi
IL TASSO
Friulano "IL TAC"
Inglese "BADGER"

HABITAT:
bosco, savana, foresta.

ALIMENTAZIONE:
onnivoro, predatore di piccoli mammiferi, uova, insetti, rettili, radici.

E' immune al veleno della vipera
(view on the map)
Besteutis sul troi
LA VOLPE

LA BOLP

THE FOX

NOME COMUNE: volpe
NOME SCIENTIFICO: Vulpes Vulpes
HABITAT: Vive principalmente nei boschi di collina e di montagna, è diffusa anche in pianura
ALIMENTAZIONE: si nutre di lepri, conigli, roditori, ricci, insetti, uccelli, uova, carogne, ma anche di vegetali
CURIOSITA': nasconde le prede, le lascia marcire, poi le mangia
(view on the map)
Besteutis sul troi
IL CAPRIOLO

IL CJAVRÛL

THE DEER

NOME COMUNE: capriolo
NOME SCIENTIFICO: Capreolus
HABITAT: bosco di media montagna e collinare, pianura
ALIMENTAZIONE: foglie verdi, bacche, frutta, erbe secche e cortecce.
CURIOSITA': solo il maschio è dotato di corna che cambia annualmente.
(view on the map)
FILASTROCCA DA PASSEGGIO
Metti insieme Territorio con gli amici del gruppo sociale della Ciuncula, alunni e insegnanti che imparano a utilizzare in modo attivo e creativo le nuove tecnologie, diversi dispositivi mobili, telefonini e tablet ed ecco nascere CIUNCULA TRIP! La tradizionale Marciatona sul territorio di Premariacco, si arricchisce quest’anno di una mappa virtuale dove poter seguire i tre itinerari proposti con una modalità tutta nuova. Basta collegarsi alla geomappa, scegliere un itinerario, un paio di scarpe comode e…

si parte verso le diverse tappe dei percorsi scandite da poesie, informazioni utili su animali e piante e molto altro ancora. Una modalità per conoscere e apprezzare ancora di più la bellezza del nostro territorio. Qui puoi ascoltare vedere e navigare una bella filastrocca che scandisce il percorso di 7 Km lungo le rive del Natisone.
Scuola Primaria di Premariacco
(view on the map)
Besteutis sul troi
IL FAGIANO

IL FASAN

THE PHESANT

NOME COMUNE:
Fagiano
NOME SCIENTIFICO
Phosianus colchicus
SPECIE
uccello galliforme
HABITAT
vive nelle boscaglie degli altipiani o delle montagne e non abbandona il suo luogo originario nemmeno in inverno
ALIMENTAZIONE
si nutre di granaglie, semi, frutti selvatici e molluschi
CURIOSITA'
il maschio è lungo fino a 90 cm e presenta una colorazione molto vivace, mentre la femmina è lunga 60 cm ed ha un colore molto più mimetico. Ogni maschio ha 3-5 femmine. Queste depongono 8-15 uova che si schiudono dopo circa 24 giorni.
(view on the map)
Besteutis sul troi
LA RANA

IL CROT

THE FROG

NOME COMUNE
Rana
CLASSE
Anfibi
HABITAT
Acqua stagnante o corrente
ALIMENTAZIONE
Si nutre di insetti, di chiocciole, di girini
NOTIZIE CURIOSE
Nasce da un piccolissimo uovo, appena il piccolo è nato si comporta come un pesce.
Durante la vita in acqua avviene la metamorfosi, il girino si trasforma in rana.
(view on the map)
Besteutis sul troi
FARFALLA

PAVEE

BUTTERFALY

NOME COMUNE
Farfalla
CLASSE
Insetti
ORDINE
Lepidotteri
HABITAT
Le farfalle vivono in un'ampia gamma di habitat, dalla tundra alla foresta pluviale , a depressioni al di sotto del livello del mare fino a 6000 m di quota.
ALIMENTAZIONE
La farfalla si nutre succhiando il nettare dai fiori
CURIOSITA'
La farfalla più grande esistente è la Ornithoptera alexandre o farfalla della regina Alessandra che può raggiungere un'apertura alare di 31 cm, una lunghezza corporea di 8 cm e un peso fino a 12 grammi.
(view on the map)
Besteutis sul troi
AIRONE

AIRON

HERON

NOME
Airone bianco
NOME SCIENTIFICO
Egretta Alba
HABITAT
Acque dolci, calme e poco profonde
ALIMENTAZIONE
Anfibi, pesci, insetti, piccoli mammiferi
CURIOSITA'
Una volta le loro piume erano molto di moda!
(view on the map)
IL NOCCIOLO
NOCCIOLO NOGLAR COBNUT

NOME SCIENTIFICO
Corylus Avellana

HABITAT
Si adatta bene a terreni diversi anche se preferisce quelli calcarei e fertili
ALTEZZA
4-7 metri
ETA'
60-70 anni
PORTAMENTO
E' un arbusto a foglie caduche: i suoi rami spuntano all'altezza del terreno e la sua chioma è irregolare e cespugliosa
CORTECCIA
Grigio-argentea, quasi liscia
FOGLIE
Forma ovale-rotonda con margine dentato
FIORI MASCHILI
amenti penduli, gialli
FIORI FEMMINILI
Piccoli simili a gemme, rossi
FRUTTI
Nocciole o noccioline
UTILIZZO
oltre che per il consumo diretto, le noccioline si usano per confezionare ottimi dolci. Il legno del nocciolo viene utilizzato soprattutto come combustibile.
(view on the map)
IL NOCCIOLO
Lasciava pendere un nocciolo
i suoi rami dal muricciolo.
In compagnia di un vecchio ontano
Premariacco guardava da lontano.
I suoi frutti mostrava fiero
a chi andava lungo il sentiero.
La chioma agitata dal vento
pareva muoversi con passo lento.
(view on the map)
IL GELSO
GELSO MORAR MULBERRY-TREE

NOME SCIENTIFICO
Morus alba/nigra
HABITAT
Cresce preferibilmente nelle zone temperate
ALTEZZA
10-12 metri
ETA'
100 e più anni
CHIOMA
larga a forma tondeggiante di un bel colore verde
TRONCO
eretto
CORTECCIA
rugosa, screpolata, grigio-giallognola
FOGLIE
caduche, alterne, ovali, cuoriformi, margine seghettato
FIORI MASCHILI
disposti in spighe cilindriche
FIORI FEMMINILI
glomeruli ovoidali
FRUTTI
more bianche e nere costituite da tanti piccoli frutti rotondi finemente pigiati
UTILIZZO
come segna-confini per campi. Le foglie del gelso bianco venivano utilizzate per fare l'allevamento dei bachi da seta. I frutti del gelso nero vengono usati per fare marmellate, gelatine, confetture, sorbetti, granite, dolci e grappe.
(view on the map)
IL GELSO
Io del bosco sono il pasto,
mi mangia molto e poi gli basto.
Tu bambino mangia le mie more
e sentirai un buon sapore.
Divido i campi con un lungo filare
che in ogni stagione puoi ammirare.
(view on the map)
L'ACACIA
ROBINIA AGACE LOCUST TREE

HABITAT
Cresce preferibilmente nei boschi misti di latifoglie
ALTEZZA
20-25 metri
ETA'
può raggiungere i 60-70 anni
CHIOMA
a fogliame caduco, presenza di spine sui rami più giovani
TRONCO
robusto
CORTECCIA
Marrone chiaro, molto rugosa
FOGLIE
Imparipennate lunghe fine a 20 30 cm con 11-21 foglioline ovate
FIORI
Bianchi riuniti in infiorescenze a grappolo molto profumati
FRUTTI
a forma di bacello prima verdi poi marroni, aprendosi lasciano cadere da tre a dieci semi
UTILIZZO
I fiori sviluppano abbondante nettare, ha grande importanza nella apicoltura. Il legno viene usato per lavori di falegnameria ed è un ottimo combustibile.
(view on the map)
IL TIGLIO
TIGLIO TEI LINDEN TREEE

HABITAT
cresce spontaneamente nei boschi di latifoglie
ALTEZZA
fino a 40 metri
ETA'
pianta molto longeva
CHIOMA
ampia e rotondeggiante, i giovani rami sono di colore verde oliva
TRONCO
robusto
CORTECCIA
con profonde scanalature longitudinali
FOGLIE
cuoriformi con margine seghettato
FIORI
giallognoli, penduli, profumati e radunati in numero di 3 infiorescenze alate
FRUTTI
di forma sferica durante la caduta compiono un percorso elicoidale
UTILIZZO
i fiori forniscono abbondante nettare; si preparano infusi e tisane. Il legno biancastro di grana fina e compatta lo rende adatto alla scultura.
(view on the map)
LA FARNIA
FARNIA RÔL OAK

NOME SCIENTIFICO
Quercus Robur
HABITAT
cresce bene nei terreni profondi, ricchi di sostanze nutritive
ALTEZZA
è un albero grande e maestoso, alto fino a 50 metri
ETA'
500 anni
CHIOMA
ampia, irregolare con rami grossi e contorti
TRONCO
dritto e robusto
CORTECCIA
brunastra ruvida, fessurata
FOGLIE
lamina ovale con margine lobato, picciolo cortissimo
FIORI MASCHILI
amenti penduli, gialli
FIORI FEMMINILI
sferici, con stimma rosso
FRUTTI
ghiande ovali:cibo preferito dai cinghiali e dai maiali
UTILIZZO
il legno della farnia è il più pregiato di tutte le querce: è duro e resistente; viene utilizzato per costruire mobili, serramenti, botti e costruzioni navali
(view on the map)
LA FARNIA
LA FARNIA
Dalla pianura alla Carnia
rigogliosa cresce la Farnia.
E' una pianta assai longeva
esistente fin dai tempi di Eva.
I suoi frutti, molto amati dai maiali,
fanno gola pure ai cinghiali.
Forte e resistente all'umidità
ci offre un legno di grande qualità.
(view on the map)
POESIA DEL TIGLIO
Il tiglio può essere nostrano e nostrale
non è niente male!
E' alto metri quaranta
e la sua chioma è proprio tanta!
Vive fino a 1500 anni...
e non fa affatto danni.
Verso il cielo, vanno i suoi rami:
sembran lontani per i nani!
Le foglie han la forma del cuore
e in autunno cadon a tutte l'ore.
I fiori, disposti in gruppi di tre
piaccion anche a me!
Sono infiorescenze alate
da quando sono nate.
E' sferico il suo frutto,
agli insetti piace tutto.

(view on the map)
PIOPPO NERO
PIOPPO NERO POL BLACK POPLAR

NOME SCIENTIFICO
Populus nigra
HABITAT
cresce preferibilmente in pianura, lungo i corsi d'acqua
ALTEZZA
alto fino a 30 metri
ETA'
può raggiungere i 400 anni
CHIOMA
il pioppo femmina ha rami grandi e una chioma ovale, il pioppo maschio ha rami più corti e una forma più slanciata
TRONCO
robusto e dritto
CORTECCIA
grigio-bruna, fessurata
FOGLIE
forma triangolare-romboidale, margine dentato, picciolo lungo
FOGLIE MASCHILI
amenti pendenti, rossastri
FIORI FEMMINILI
amenti pendenti, verdi
FRUTTI
capsule ovali he liberano soffici semi cotonosi
UTILIZZO
il legno del pioppo è tenero e leggero, viene impiegato per produrre: cellulosa per l'industria cartaria, fiammiferi, imballaggi, compensati...
(view on the map)
IL SAMBUCO
SAMBUCO NERO SAUT BLACK ELDER

NOME SCIENTIFICO
Sambucus Nigra
HABITAT
Molto diffuso fino alla zona montana in tutta Italia
ALTEZZA
Massimo 10m
ETA'
pianta antica risalente all'età della pietra
CHIOMA
Grande arbusto a forma di cespuglio
TRONCO
Corto, nodoso e molto ramificato
CORTECCIA
grigiastra, rugosa e con spaccature verticali
FOGLIE
Composte da 5-7 foglie opposte, con margine seghettato
FIORI
Piccolissimi, biancastri, molto profumati e riuniti in infiorescenze a forma di ombrello
FRUTTI
Piccole bacche sferiche nero-violacee chiamate drupe
UTILIZZO
in cucina in erboristeria e per giochi di tradizione popolare
(view on the map)
IL SAMBUCO
IL SAMBUCO
Se per la campagna vai
di certo il sambuco troverai.
Ha i fiori ad ombrello
che lo rendon cicciottello.
Prezioso è ogni fiore
che emana un forte odore.
E' utile e dissetante
se lo trasformi in sciroppo rinfrescante.
E'fresco e delicato
e delizia il tuo palato.
(view on the map)
IL PIOPPO
IL PIOPPO

E' alto e maestoso
per la sua grande chioma diventa ombroso.
Con i piedi nell'acqua vive il pioppo nero
che resiste per qualche secolo intero.
I suoi semi cotonosi
che il vento trasporta
son leggeri e voluminosi.
Dopo un decennio il pioppo si può tagliare
per poi la carta preparare.
Può diventare anche un imballaggio
e intraprendere così un lungo viaggio.
(view on the map)
L' ACACIA
L'ACACIA

L'acacia è bellissima tutta fiorita:
sembra una sposa di bianco vestita.
Un dolce miele ci donano i fiori
e del loro profumo si inebriano i cuori.
Ma, attento, i suoi rami son tutti spinosi
e per le tue dita son pericolosi!
Non è superba, non cerca i giardini:
cresce nei prati tra i fiori piccini;
ma tra le foglie, nelle notti d'estate,
danzano lievi minuscole fate.
(view on the map)
L'ACERO CAMPESTRE
(view on the map)
Besteutis sul troi
LA POIANA

LA POJANE

NOME COMUNE
Poiana
NOME SCIENTIFICO
Buteo Buteo
HABITAT
Frequenta ambienti boscosi intervallati da aree aperte, ma anche zone completamente prive di alberi
ALIMENTAZIONE
La poiana si nutre di piccoli roditori, conigli e leprotti, uccelli, rettili, anfibi e invertebrati.
CURIOSITA'
Nelle fasi di caccia la poiana rimane immobile fingendo di dormire, è una strategia che le consente di giungere inaspettatamente sulla preda
(view on the map)
CASA DELLA VICINIA
CASA DELLA VICINIA (Italiano)
Casa risalente al XV secolo, che ospitava la Confraternita dei Battuti.
La Vicinia era una comunità di vicini dotata di proprietà terriere comuni.

CJACE DE VICINIE (friulano)
In chest luc, tirat su tal XV secul, si incuintrava la Confraternita dei Batus.

NEIGHBOURS HOUSE (Inglese)
Ancient house of XV century. Here there was the Beaten Confraternity.
(view on the map)
LA NOSTRA SCUOLA!
(view on the map)
PONTE TRA LEPROSO E ORSARIA
(view on the map)
SOTTO IL PONTE
SOTTO IL PONTE SUL NATISONE FRA ORSARIA E LEPROSO
(view on the map)
PANORAMA DI ORSARIA
(view on the map)
LA CAMPAGNA DI ORSARIA
(view on the map)
IL GRETO DEL NATISONE
(view on the map)
SENTIERO LUNGO IL NATISONE
(view on the map)
SOSTA RISTORO
(view on the map)
CHIESA DI SAN SILVESTRO
CHIESA DI SAN SILVESTRO (Italiano)
Edificio medievale, ristrutturato e ampliato in seguito al terremoto del 1511. Dai primi del 1900 è stato abbandonato poichè nelle vicinanze è stata edificata la nuova Chiesa. Dopo l'ultimo restauro è utilizzato per esposizioni.

GLESIE DI SANT SILVESTRI PAPE (furlan)
Costruzion medieval, al a vut tancj dams cut taramot dal 1511, dopo di che e je stade comedade e ingrandide. Dai prins dal 1900 e je stada abandonada par vie de gnove glesie, tirade su lì dongje.

SAINT SILVESTER POPE CHURCH (English)
Medieval building repareid after 1511 earthquake. In 1900 years people went to the new Church near it. Sometimes there are exhibitions now.
(view on the map)
BORGO SAN MAURO
BORGO SAN MAURO (Italiano)
Si sviluppa lungo una strada di origine Romana. Nel secolo XIII qui è nato San Paolino, vescovo, patriarca, teologo e musicista. Bella la casa-torre del 1500, di origini ancora più antiche.

BORC DI SANT MAUR (Friulano)
Si disvilupe lunc une strade di origjin Romane. Intal XIII secul ca al è nassut Sant Paulin, vescul, patriarcje, teolic e musicist. Biele le cjase-tor dal 1500, ma cun origjins plui antighis.

SAINT MAURO VILLAGE (English)
It expands itself along a Roman road. In XIII century here was born Saint Paul bishop, patriarch, theologian and musician. There's a nice tower-house built before 1500.